Rapporto di Riesame

 

 Il Rapporto di Riesame, parte integrante dell'Assicurazione della Qualità (AQ) delle attività di formazione, è un processo periodico e programmato che ha lo scopo di verificare l'adeguatezza degli obiettivi di apprendimento che il Corso di Studio si è proposto, la corrispondenza tra gli obbiettivi e i risultati e l'efficacia del modo in cui il Corso è gestito. Include la ricerca delle cause di eventuali risultati insoddisfacenti, al fine di adottare tutti gli opportuni interventi di correzione e miglioramento.

Il Riesame del Corso di Studio viene condotto sotto la guida del docente Responsabile che sovraintende alla redazione del Rapporto annuale di Riesame (RAR), e lo sottopone al Consiglio di Dipartimento che ne assume la responsabilità. All'attività di Riesame partecipa una rappresentanza studentesca. Il Rapporto di Riesame è composto da due documenti (I e II), che, pur avendo lo stesso oggetto, richiedono una diversa prospettiva di analisi:il primo documento coglie il CdS nelle singole annualità del suo impianto, mentre il secondo documento abbraccia l'intero progetto formativo essendo riferito all'intero percorso di una coorte di studenti.
 
I.       Il Rapporto Annuale di Riesame (RAR) del Corso di Studio, redatto annualmente al fine di tenere sotto controllo le attività di formazione, i loro strumenti, i servizi e le infrastrutture. Sulla base di quanto emerge dall'analisi dei dati quantitativi (ingresso nel Corso di Studio, regolarità del percorso di studio, uscita dal Corso di Studio e ingresso nel mercato del lavoro) e di indicatori da essi derivati, tenuto conto della loro evoluzione nel corso degli anni accademici precedenti, delle criticità osservate o segnalate sui singoli segmenti del percorso di studio e sul loro coordinamento nel corso dei periodi didattici, il Rapporto di Riesame annuale documenta, analizza e commenta:  
  • gli effetti delle azioni correttive annunciate nei Rapporti di Riesame annuali precedenti;
  • i punti di forza e le aree da migliorare che emergono dall'analisi dell'anno accademico in esame;
  • gli interventi correttivi sugli elementi critici messi in evidenza, i cambiamenti ritenuti necessari in base a mutate condizioni e le azioni volte ad apportare miglioramenti.
II.    Il Rapporto di Riesame ciclico del Corso di Studio, redatto tipicamente a intervalli di più anni, in funzione della durata del Corso di Studio e della periodicità dell'accreditamento, mette in luce principalmente la permanenza della validità degli obiettivi di formazione e del sistema di gestione utilizzato dal Corso di Studio per conseguirli, prendendo quindi in esame l'attualità della domanda di formazione che sta alla base del Corso di Studio, le figure professionali di riferimento e le loro competenze, la coerenza dei risultati di apprendimento previsti dal Corso di Studio nel suo complesso e dai singoli insegnamenti e l'efficacia del sistema di gestione del Corso di Studio. Per ciascuno di questi elementi il Rapporto di Riesame ciclico documenta, analizza e commenta:
  • gli effetti delle azioni correttive annunciate nei Rapporti di Riesame ciclico precedenti;
  • i punti di forza e le aree da migliorare che emergono dall'analisi del periodo in esame e dalle
  • prospettive del periodo seguente;
  • gli interventi correttivi sugli elementi critici messi in evidenza, i cambiamenti ritenuti necessari in base a mutate condizioni e le azioni volte ad apportare miglioramenti.
 
Il prossimo Rapporto di Riesame è atteso entro la scadenza del 31 gennaio 2014.
A tal proposito l'Anvur ha fornito le indicazioni operative per la redazione degli stessi.
I Rapporti, devono essere preventivamente approvati dai propri Consigli di Dipartimento ed inviati al Presidio di Qualità perché possa effettuare le valutazioni di competenza prima dell'inserimento in Banca Dati Ministeriale.
I Rapporti di Riesame sono poi resi disponibili ai soli soggetti autorizzati (Commissione SUA-CdS, Direttore di Dipartimento, Presidio della Qualità, Nucleo di Valutazione).