Il Presidio della qualità

Il Presidio della Qualità di Ateneo

 

Il Presidio della Qualità di Ateneo (PQA) è stato istituito conformemente a quanto indicato nel documento denominato "Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento del Sistema Universitario italiano" (AVA) approvato dal Consiglio Direttivo dell'Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) in data 24 luglio 2012.

Il Consiglio dell'Università della Valle d'Aosta, con deliberazione del 24 settembre 2012, ha definito processi ed attori interni per dar corso al citato documento AVA ed ha individuato la prima composizione dell'organo. Con successiva deliberazione del 10 marzo 2014, il Consiglio ha rideterminato la composizione del PQA ed ha contestualmente approvato un documento che specifica compiti e funzioni di tutti gli  organi di Ateneo coinvolti nei processi di Assicurazione della Qualità (AQ) per le attività formative e per le attività di ricerca.

 

Composizione del PQA

  • Prof. Fabrizio Cassella, Rettore dell'Università della Valle d'Aosta - Université de la Vallée d'Aoste e Professore ordinario di Diritto pubblico comparato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Torino - con funzione di Presidente;
  • Prof.ssa Angela PIU, professore associato di Pedagogia Sperimentale (SSD M-PED/04), in rappresentanza del Dipartimento di Scienze umane e sociali;
  • Dott.ssa Cristina Luboz, Dirigente dell'Area accademico-didattica della Direzione generale di Ateneo.

è in corso di nomina il componente in rappresentanza del Dipartimento di Scienze economiche e politiche.

Ai sensi dell'art. 41 dello Statuto di Ateneo, i componenti del Presidio di Qualità restano in carica tre anni e le rispettive nomine possono essere rinnovate per non più di due mandati.

Le funzioni di supporto tecnico-amministrativo all'attività del PQA  sono assicurate dall'Ufficio Statistica e Valutazione  di Ateneo.

 

Compiti del PQA

  1. Coordinamento delle attività di AQ dell'Ateneo;
  2. Valutazione dell'efficacia delle attività di AQ della formazione;
  3. Gestione della rilevazione delle opinioni degli studenti e dei docenti e rielaborazione dei dati raccolti;
  4. Definizione delle attività di AQ coerenti con gli obiettivi di qualità fissati nei piani strategici dell'Ateneo;
  5. Verifica dell'aggiornamento delle informazioni contenute nella Scheda Unica Annuale di ogni corso di studio (SUA-CdS);
  6. Verifica dei flussi informativi da e per il Nucleo di Valutazione e le Commissioni Paritetiche docenti-studenti;
  7. Adozione dei provvedimenti utili per perseguire gli obiettivi di Qualità nella didattica e diffondere la cultura della qualità.
  8. Svolgimento di attività di audit interno, su propria iniziativa o su richiesta dei Coordinatori di Corso di studio/Direttori di Dipartimento, comunicandone gli esiti al Rettore, al Presidente del Consiglio dell'Università ed ai Direttori di Dipartimento/Coordinatori di Corso di studio coinvolti;
  9. Proposta al Rettore di provvedimenti per assicurare il miglioramento della qualità nella didattica;
  10. Svolgimento di attività di audit interno per assicurare la qualità nelle attività di ricerca, su richiesta dei Direttori di Dipartimento.

 

Struttura di AQ della formazione

Il Consiglio dell'Università ed il Senato Accademico determinano la politica della qualità.

Il PQA gestisce le attività di AQ raccogliendo i dati necessari, sviluppando appositi indicatori e, ove necessario, svolgendo attività di audit interno.

I Consigli di Corso di studio sono il primo organo nel quale si svolgono le attività di AQ della formazione. Il Coordinatore del Corso di studio è il responsabile delle azioni di AQ, destinatario dei dati raccolti dal PQA e degli indicatori elaborati; il Coordinatore del Corso di studio attiva per svolgere le attività di audit dei singoli insegnamenti o moduli, dandone evidenza al PQA. Condivide con il Consiglio di Corso di studio gli esiti delle attività di AQ e propone al Consiglio di Dipartimento le azioni correttive necessarie.

Il Consiglio di Dipartimento assume le decisioni necessarie a migliorare la qualità delle attività di formazione, sentito il parere dei Coordinatori dei Corsi di studio. Il Direttore di Dipartimento garantisce il coordinamento tra i diversi corsi di studio e verifica eventuali sinergie nelle azioni di AQ.

La Commissione SUA - CdS elabora la Scheda Unica Annuale dei corsi di studio (SUA-CdS) e la propone al Consiglio di Dipartimento per l'approvazione, redige il rapporto di riesame e lo propone per l'approvazione al Consiglio di Dipartimento.

Le Commissioni Paritetiche effettuano il monitoraggio dell'offerta formativa e della qualità della didattica e predispongono apposita relazione annuale prevista dal sistema di autovalutazione, valutazione ed accreditamento.

Il Nucleo di Valutazione verifica l'efficacia e l'efficienza delle azioni di AQ e redigendo la propria relazione annuale prevista dal sistema di autovalutazione, valutazione ed accreditamento.

 

Struttura di AQ della ricerca

Il Consiglio dell'Università ed il Senato Accademico determinano la politica della qualità.

Il Presidio della Qualità gestisce le attività di AQ raccogliendo i dati necessari. Ove richiesto dai Dipartimenti o dal Senato Accademico, propone idonei indicatori per verificare specifici obiettivi della politica della qualità.

Il Direttore di Dipartimento organizza, secondo le specificità del proprio dipartimento, la struttura interna di AQ e gestisce il processo di valutazione. Propone altresì gli interventi di miglioramento necessari e richiede al Presidio della Qualità i dati e gli indicatori utili al monitoraggio della Qualità nella ricerca.

Il Consiglio di Dipartimento elabora ed approva la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD).

Il Nucleo di Valutazione verifica l'efficienza e l'efficacia delle attività di AQ dei singoli Dipartimenti, con particolare attenzione alla coerenza con la politica di qualità definita dagli organi di governo.

 

Contatti

PQA-univda@univda.it

 

 Aggiornato il 28 giugno 2017

 
 

Documenti da scaricare