Mobilità Erasmus+ in uscita

foto Erasmus+

Il programma Erasmus+ - mobilità per studio - permette agli studenti di svolgere una parte del proprio percorso di studio, di minimo 3 mesi e massimo 12 mesi (in base all'organizzazione didattica dell'istituzione ospitante), presso un'Istituzione estera con la quale l'Ateneo abbia stipulato un accordo bilaterale Erasmus+. La lista degli accordi attivi è reperibile a fondo pagina.

 

Gli studenti hanno la possibilità di seguire corsi, di sostenere esami e di usufruire delle strutture disponibili presso una Università straniera senza pagare ulteriori tasse di iscrizione. Nel corso della mobilità sono protagonisti di un'esperienza formativa, culturale e internazionale di grande impatto e, al rientro, avranno il riconoscimento dell'attività didattica svolta all'estero  che andrà a sostituire parte del piano di studio originario.

 

Novità rispetto alla vecchia programmazione

Con il nuovo programma possono partecipare alla selezione Erasmus+ Studio anche gli studenti che hanno già usufruito di una borsa Erasmus per studio e/o per tirocinio nell'arco della carriera universitaria, per un massimo di complessivi 12 mesi di mobilità per ciascuno dei 3 cicli di studi o di 24 mesi di mobilità in caso di laurea magistrale a ciclo unico.

 

Il periodo di mobilità deve essere svolto entro il 30 settembre dell'anno successivo all'attribuzione dei fondi da parte dell'Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire.

 

Per gli studenti è previsto un contributo economico comunitario commisurato al costo della vita del Paese di destinazione.

 

I Paesi partecipanti al programma sono stati divisi in 3 gruppi:

 

  • Paesi del Gruppo 1 (costo della vita alto): Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda,Italia, Liechtenstein, Norvegia, Svezia e Regno Unito [280 €/mese].

  • Paesi del Gruppo 2 (costo della vita medio): Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Cipro,Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna e Turchia [230 €/mese].

  • Paesi del Gruppo 3 (costo della vita basso): Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia [230 €/mese].

     

E' previsto, inoltre, un contributo aggiuntivo a favore degli studenti con difficoltà economiche e sociali e a favore degli studenti disabili, sulla base di necessità e spese particolari segnalate dallo studente da comunicare all'Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire.

 

La Commissione Europea, al fine di conferire un supporto linguistico, prima e durante il soggiorno all'estero agli studenti che hanno scelto di effettuare una mobilità Erasmus studio, assegna all'Ateneo delle licenze linguistiche (inglese, francese, spagnolo, tedesco e olandese) che verranno distribuite agli stessi dall'Ufficio Relazioni Internazionali in base alla lingua di studio utilizzata dallo studente in mobilità.

Gli studenti riceveranno una e-mail dall'Online Linguistic Support (OLS) con le informazioni necessarie per effettuare i test di verifica richiesti. La piattaforma prevede infatti, per vagliare la conoscenza linguistica di base, una prima valutazione della competenza linguistica dello studente che effettua un test d'ingresso, prima di, eventualmente, vedersi offerta la possibilità di svolgere un corso di lingua online secondo il livello conseguito, da effettuare durante il periodo di mobilità. La caratteristica fortemente innovativa è rappresentata dalla valutazione dello studente al termine del periodo di mobilità, utile per monitorarne i risultati ottenuti. Ciò consente di fatto di vagliare la portata effettiva del corso di lingue nel periodo di mobilità dello studente.