Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

 

Per i laureati in Scienze politiche e delle relazioni internazionali presso l'ateneo valdostano si prevedono i seguenti sbocchi occupazionali in ambito regionale, italiano ed internazionale:

  • settore privato. Il conseguimento del diploma di laurea in scienze politiche e delle relazioni internazionali consente l'accesso nei quadri organici di imprese ed enti privati, con l'inserimento nei settori dell'amministrazione generale e delle risorse umane. Ulteriori sbocchi occupazionali sono rappresentati da imprese con attività sviluppate su di un piano internazionale o desiderose di dotarsi di personale adeguato a questo sviluppo. In particolar modo, imprese che lavorano a stretto contatto con operatori pubblici, nazionali e internazionali, ovvero operano nel settore della comunicazione giornalistica e non (editoria, comunicazione commerciale, organizzazione di eventi culturali) che abbiano necessità di laureati dotati di un solido background multidisciplinare, coniugato con una spiccata ed approfondita competenza linguistica nelle lingue Francese ed Inglese. Sempre nel settore privato, ulteriori sbocchi occupazionali sono rappresentati dal possibile esercizio, in forma autonoma libero professionale, di attività di consulenza aziendale, gestione delle risorse umane, consulenza nella gestione e sviluppo delle pubbliche relazioni e della comunicazione;
  • settore pubblico. Enti locali, regionali e nazionali, per i quali l'inserimento di laureati con una preparazione multidisciplinare coniugata a specifiche competenze giuridiche ed economiche rappresenta ad un tempo l'opportunità di sfruttare al meglio i programmi comunitari e di adeguare l'azione amministrativa nel modo più consono al quadro normativo in continuo mutamento, nella prospettiva di un'attività del settore pubblico improntata ad efficacia, effettività ed economicità;
  • organizzazioni internazionali. Organizzazioni comunitarie (presso il Parlamento e la Commissione Europea) e internazionali (sedi ONU, in particolar modo quelle con base in Svizzera) nelle quali il laureato in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, con la sua ampia preparazione multidisciplinare, coniugata ad elementi di specializzazione in ambito giuridico, economico e storico, può rappresentare una risorsa importante perché versatile e caratterizzata da una formazione linguistica di livello superiore.

 

Il corso prepara alla professione di

Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali - (3.3.1.1.1)
Tecnici delle pubbliche relazioni - (3.3.3.6.2)
Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali - (3.4.1.2.1)
Organizzatori di convegni e ricevimenti - (3.4.1.2.2)