Orientamento e tutorato

 

Descrizione del progetto

Il Progetto dal titolo "Orientamento e tutorato" è stato finanziato dal Fondo Sociale Europeo - Programmazione 2007-2013.

L'Università della Valle d'Aosta  è intervenuta sui principali elementi problematici relativi alla carriera degli studenti, allargando il ventaglio delle iniziative in ingresso (non limitandosi semplicemente alla sfera informativa, ma costruendo anche un'area d'intervento "motivazionale" e una "didattica"), strutturando maggiormente le attività di orientamento "in itinere" (supporto alla riuscita negli studi degli iscritti all'Ateneo), e implementando un intervento in uscita, sia di monitoraggio sia di transizione al mondo del lavoro e al proseguimento degli studi.

L'obiettivo è stato di accrescere le iniziative dell'Ateneo per l'orientamento in ingresso, in una realtà con le dimensioni e le caratteristiche della Valle d'Aosta, deve necessariamente porsi in stretta relazione con gli altri soggetti istituzionali che operano nella fase educativo/scolastica di transizione, per evitare sovrapposizioni e duplicazioni nella conduzione di specifici interventi e per coordinare efficacemente le diverse attività condotte.

Il progetto si è prefisso quindi il duplice scopo di:

  1. consolidare un'attività di orientamento dell'Università della Valle d'Aosta in tutte le fasi del percorso degli studenti (ingresso - itinere - uscita), con l'obiettivo a medio termine di incidere sul numero di abbandoni e sulla riduzione del tempo di laurea;
  2. coordinare, integrare e rafforzare le attività di orientamento in "ingresso" coinvolgendo i soggetti regionali di riferimento (Università/Scuola/Agenzia regionale del Lavoro), sperimentando nei prossimi due anni diverse metodologie orientative al fine di individuarne le più efficaci ed efficienti, di concerto con tutti i soggetti interessati.

Nello specifico, le finalità raggiunte dal progetto sono state:

  • il miglioramento della preparazione delle matricole, riducendo il tasso di abbandono soprattutto nel passaggio tra il primo e il secondo anno;
  • il miglioramento del dialogo con i sistemi di istruzione locale, creando una rete di rapporti e di collaborazioni permanenti;
  • la promozione di maggiore consapevolezza nelle scuole per quanto riguarda i requisiti attesi dal sistema universitario;
  • l'agevolazione della transizione Università - Lavoro, fornendo ai laureati strumenti e occasioni per incrementare la conoscenza diretta del mondo del lavoro;
  • il potenziamento delle relazioni con il sistema produttivo, essenzialmente locale;
  • il rafforzamento della conoscenza reciproca tra Università e mondo del lavoro, in un'ottica bidirezionale che consenta, da un lato, all'Università di rispondere in modo pieno e completo alle esigenze del tessuto imprenditoriale e, dall'altro, alle aziende di comprendere e sfruttare appieno le potenzialità dei percorsi di studio attivati dall'Ateneo;
  • il miglioramento della qualità dei servizi sia accademici sia amministrativi, anche per dare conforme risposta alle linee generali di indirizzo espresse dalla nuova normativa sulla programmazione universitaria.

Il Progetto di orientamento e tutorato ha individuato alcune azioni per gli obiettivi indicati, strutturandole nelle tre aree dell'Ingresso, dell'Itinere e dell'Uscita.

INGRESSO

Sono stati previsti sia la reiterazione e l'ampliamento delle azioni già consolidate sia l'esplorazione di nuovi settori di intervento.

Orientamento informativo: realizzati incontri presso gli istituti superiori destinati alle classi quarte e quinte, partecipazione a Saloni dell'Orientamento universitario sul territorio nazionale, realizzazione di materiale di orientamento - anche multimediale - a supporto della scelta del percorso universitario e di un link specifico sul sito di Ateneo, giornata "porte aperte".

Orientamento didattico: rilevati bisogni formativi delle filiere accademiche (area umanistica, economica, linguistica, psicologica, ecc.) e implementati dei percorsi/moduli didattici integrati scuola-università nel corso del quarto e del quinto anno di studi delle superiori (in aree quali le conoscenze matematiche, linguistiche, ecc); organizzati momenti formativi ed informativi con docenti delle scuole superiori, per permettere l'acquisizione di tecniche e modalità di discussione in classe sull'Orientamento universitario e il passaggio di informazioni sul sistema universitario italiano.

Orientamento attitudinale: rilevati, attraverso appositi test, delle capacità e attitudini personali in relazione all'indicazione di specifiche filiere formativo-professionali.

ITINERE

E' stato realizzato il consolidamento di alcune attività sinora condotte sperimentalmente dall'Ateneo, in particolare:

Orientamento informativo: organizzati incontri rivolti agli studenti neo-immatricolati con docenti e personale amministrativo, per un'illustrazione degli ordinamenti didattici e delle difficoltà tipiche della transizione scuola-università, oltre che una presentazione funzionale dei servizi amministrativi dell'Ateneo di supporto agli studenti.

Orientamento didattico: organizzati corsi di recupero delle lacune valutate in sede di ammissione o nell'esperienza didattica degli anni passati.

USCITA

Sono state svolte attività sostanzialmente concentrate nella presentazione ai laureandi di percorsi professionali e formativi, nella costruzione e monitoraggio di una banca dati dei laureati e nella promozione dell'associazionismo dei laureati stessi.

In particolare per l'orientamento professionale:

Orientamento informativo: partecipazione a Saloni dell'Orientamento professionale sul territorio nazionale, presentazione dell'offerta formativa di secondo livello integrabile con il percorso di studi sinora svolto (lauree specialistiche, master, ecc);

Orientamento didattico: incontri con professionisti, presentazioni aziendali, calibrate sui differenti corsi di laurea.

Sono state svolte attività rivolte ai laureati:

  • recupero dei dati personali (in particolare recapiti telefonici ed indirizzi e-mail) dei laureati, per tenerli aggiornati su incontri, possibilità, iniziative dell'Università;
  • "suivi" dei laureati: creazione di una banca dati che ha permesso all'Università di conoscere, nel dettaglio, cosa fanno i suoi laureati a distanza di tempo;
  • indagine di "customer satisfaction" dei laureati: attività di monitoraggio del placement e della soddisfazione dei laureati rispetto all'efficacia della formazione ricevuta;
  • promozione di iniziative di associazionismo studentesco post laurea: gli "Alumni".

A corollario di tutte le azioni realizzate, nell'ottica di un'interazione ottimale con le strutture del territorio che si occupano di orientamento, sono stati organizzati degli incontri formativi, tenuti da esperti del settore e rivolti agli operatori scolastici dell'orientamento; è stata realizzata, a seguito di tali incontri, come outcome del progetto la pubblicazione "Le best practise di orientamento alla scelta post-diploma".